Contouring viso : a cosa serve e come realizzarlo
Di contouring viso se ne sente parlare spesso. Ma per realizzarlo correttamente bisogna conoscere le tecniche, i prodotti e i tools giusti per evitare errori
trucco contouring,contouring trucco,trucco viso contouring,illuminante per contouring,contour trucco,illuminante contouring
15903
post-template-default,single,single-post,postid-15903,single-format-standard,bridge-core-2.7.6,qodef-qi--no-touch,qi-addons-for-elementor-1.2.2,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-26.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-11405
Contouring Viso Tecnica

Contouring viso : a cosa serve e come realizzarlo

Il Contouring viso è uno degli argomenti più gettonati nel panorama make-up.

Fino a qualche anni fa si parlava di semplici volumi, di come dare proporzione ad un viso. In poche parole, ci si riferiva alla “correzioni di un volto”.

Poi, grazie a Mario Dedidanovic, make-up artist di Kim Kardashian, il contouring è diventato un vero must.

Negli anni si è cercato di raggiungere la perfezione, come inseguire una cometa, alla ricerca del cotouring perfetto, quello da ammirare, da lasciare senza fiato e da far gridare al “wow” più chiassoso.

 

Trucco eye liner semplice

Ma perché tanto stupore per questa tecnica?

In realtà è solo una questione social. Niente di più. Le tecniche per realizzare e correggere volumi del viso, fanno parte dei moduli dei corsi per diventare make-up artist da sempre.

La risonanza dei social e i visi conosciuti di star e influencer hanno poi consacrato alla fama ciò che si conosceva da sempre: dare risalto alle volumetrie del volto.

Ultimamente, questo concetto sta tornando di nuovo, in analisi, grazie alla Facial Shape. Argomento, questo, spesso associato all’armocromia.

Per Facial Shape si intende l’analisi del viso per scoprire qual è la propria forma del volto, in modo da poterlo valorizzare, con gli accessori giusti ma anche correggerlo, in modo appropriato, con l’ausilio del trucco, il “trucco contouring” se così vogliamo chiamarlo.

Ecco quindi che ritorniamo, di nuovo, sullo stesso argomento.

Vediamo ora, come realizzarlo, partendo dalle forme per poi procedere alle correzioni, realizzando il contouring nel modo più giusto, a livello tecnico.

Il Contouring Viso per la forma perfetta

Cominciamo con il dire che l’ovale è la forma del volto da prendere come punto di riferimento. L’ovale è quella che viene considerata perfetta, perché presenta le giuste proporzioni e perché non ha bisogno di correzione ma solo di essere esaltata.

Forme del Viso

Le altre forme, al contrario, necessitano di correzioni. Ciò non vuol dire che alla forma ovale non si possa applicare il contouring. Ogni forma può beneficiare di questa tecnica, ma solo se applicata in modo preciso. Ecco perché, come primo step bisogna conoscere e familiarizzare con le diverse strutture del viso. E così abbiamo la forma:

  • rettangolare
  • triangolo invertito
  • tonda
  • quadrata
  • triangolare
  • a diamante
  • oblungo
  • a cuore
  • ovale

Come potete evincere dall’immagine, ogni forma, prevede le sue correzioni o esaltazioni, in modo da ottenere un volto ben proporzionato, valorizzato nei suoi punti forza, corretto lì dove c’è bisogno e proporzionato da risultare armonioso.

Le zone scure sono quelle che vanno corrette, diciamo che vanno nascoste, ammorbidite. Quelle chiare, sono i punti luce, le zone che devono risaltare ed illuminare punti strategici, altre devono semplicemente bilanciare.

Come sapere quali punti scurire e quali illuminare?

Semplice, una volta individuata la forma del viso, andrete a lavorare con le creme o le polveri scure i punti più sporgenti e ad illuminare i punti da mettere in risalto.

Per esempio: nella forma quadrata e rettangolare, andrete a lavorare con il bronzer e un pennello da polvere, possibilmente angolato, i 4 angoli estremi esterni alla fronte e al mento, in modo da creare delle curvature morbide. Di contro, andrete ad illuminare le zone centrali. Nella zona zigomale, andrete a lavorare in modo discendente, partendo dall’attaccatura delle orecchie, andando verso gli angoli della bocca.

Per la forma a triangolo e triangolo invertito, lavorerete con il bronzer, gli angoli ai lati del mento, per la prima, e gli angoli della fronte, per la seconda. Attenzione al contouring degli zigomi, evitate che siano troppo obliqui, cerate di tenerli più perpendicolari all’attaccatura delle orecchie. Dovete evitare un atteggiamento troppo ascendente che neutralizzerebbe la correzione precedente.

Per quanto riguarda il viso oblungo, andrete a scurire la parte bassa del volto, in modo da “accorciarla”, illuminando la zona frontale

Per il viso tondo, lavorerete leggermente con le zone scure lungo il perimetro del volto, illuminando la parte centrale, così da dare luminosità e puntando ad un ovale.

Il viso con la forma a cuore, va lavorato come il triangolo invertito, con la differenza che il contouring va portato anche sulle tempie, in modo da dare continuità e da non penalizzare (o neutralizzare) la correzione con uno stacco netto che ne evidenzierebbe la forma appena corretta.

In ultimo, il viso a diamante, quello più difficile da correggere, si presenta molto spigoloso e con più correzioni da realizzare. Il contouring, in questo caso, va realizzato lungo tutto il perimetro del volto, ad eccezione delle parte centrale già alta delle fronte e della punta del mento. Nella zona zigomale, il contouring è netto e di forma discendente.

Non lasciatevi spaventare da tutte queste spiegazioni, una volta presa conoscenza delle diverse forme del viso e preso dimestichezza con le correzioni, realizzare un buon contouring sarà un qualcosa di naturale. Quindi esercitatevi molto.

Come realizzare il contouring viso

Ed ora passiamo agli strumenti necessari.

Tanto per cominciare, il tutto va realizzato a fondotinta già applicato e possibilmente settato in modo leggero con una cipria.

Alcuni realizzano il contouring con prodotti in crema e poi fissano con le polveri.

Se volete un effetto più leggero e naturale, vi basteranno solo le polveri: bronzer (o terra) per le zone scure, il blush per esaltare le guance e l’illuminante per la zona zigomale alta.

Se volete usare anche le creme, vi servirà un correttore o un bronzer in stick, un correttore o fondo (di tonalità più chiara) sempre in stick e della polvere di colore uguale per andare a fissare il tutto (le zone chiara potete fissarle con la stessa cipria).

Ovviamente, per questa seconda opzione dovrete armarvi di pennelli per sfumare i prodotti i crema e pennelli per settare il tutto.

Per quanto riguarda i pennelli, vi consiglio il set viso di Real Techniques, dentro c’è tutto quello di cui avete bisogno.

In più, procuratevi una blender, da usare sempre leggermente inumidita, per eliminare l’eccesso di prodotto così da non far risultare il contouring troppo pesante.

Quando applicate la cipria, andate a pressare con il pennello. Per questa operazione vi consiglio il Precision Powder Brush di Nabla Cosmetics.

Passiamo ai prodotti make-up. Se volete usare solo le polveri, vi consiglio gli Skin Bronzing sempre di Nabla, della stessa linea, trovate anche l’ illuminante per contouring e i blush.

In alternativa, esistono delle palette, complete di tutte le polveri necessarie. Ottime sono quelle di Mac Cosmetics, di Mulac e di Anastasia Beverly Hills.

Palette Contouring Mac Cosmetics

Mulac Contouring

Anastasia Beverly Hills

Se avete bisogno di un prodotto scuro in stick, per andare a definire le correzioni, ottimo è quello di Fenty Beauty.

Stick Crema per Contouring

Ok, a questo punto, avete tutte le informazioni disponibili, dovete solo cominciare ad impratichirvi.

Il mio consiglio è cominciare con l’esercizio sfumature. Tracciate delle linee sul volto e imparate a sfumarle. Ricordate, niente stacchi netti tra le zone chiare e quelle scure.

Poi, una volta preso confidenza con le sfumature, esercitatevi con le correzioni del viso.

Ancora un consiglio, non esagerate, non abbondate con gli illuminanti per evitare l’effetto lampadario e cercate sempre di mantenervi sul naturale, le correzioni devono esserci ma non devono essere eccessivamente evidenti.

Se volete altri consigli o prendere spunti o avere delle dritte, vi rimando sempre al mio profilo Instagram clicca qui.

Alla prossima!!!

No Comments

Post A Comment